LUOGHI DELLA CULTURA

 

Biblioteca Comunale

 

Via Saverio Piragino

 

Tel. 0981-81008/9

 

La Biblioteca Comunale di Mormanno, esiste grazie ad un lavoro di conservazione e di trasmissione alle future generazioni che comincia da lontano.

Il sacerdote Gaetano Ambrogio Rossi, all’inizio del ‘700, insieme al fratello Nicola, fondò la Biblioteca Popolare di Mormanno. Seguì l’opera nel 1869, un Accademia culturale: La Società Filomatica Mormannese ( dal nome prestigioso “Filos” dal greco “amatore” e “mateuo” “ricerco”= “amatore della ricerca”, che vedrà tra i suoi soci esterni anche Alessandro Manzoni), continuata poi dal Comitato Pro Mormanno.

Il Comune dette in concessione tanti volumi che conservava nei suoi archivi, molti vennero dalla libreria dei cappuccini a seguito della soppressione degli ordini monastici.

Attilio Cavaliere, cittadino di Mormanno, prima maestro, poi direttore didattico, fu un prezioso bibliotecario e custode dell’importante patrimonio librario che veniva tenuto nei locali sottostanti la Scuola Elementare a Palazzo Fazio in Via Alfieri, dato in uso per la scuola dalla Baronessa Fazio. Successivamente i libri vennero spostati nei locali dell’ex Ufficio Postale, con l’affaccio sulla piazza di Mormanno, di cui era proprietario il Comune. Grande fu l’attaccamento all’incarico onorario espletato con modestia, dignità e tanta competenza. Grazie al suo lavoro la Biblioteca di Mormanno venne inserita nel giro delle Biblioteche Nazionali, l’Ente Nazionale per le Biblioteche, che forniva mensilmente libri che ancora oggi costituiscono la dotazione libraria moderna.

Nel 1937 venne istituita la Biblioteca Civica del Comune di Mormanno i libri vennero ritrasferiti, stavolta nel locale dell’ex Municipio, per poi trovare collocazione finale e definitiva nella sede deputata di Via Saverio Piragino.

Attualmente la Biblioteca Comunale vanta di un patrimonio culturale di 1181 volumi di categoria LIBRO ANTICO A STAMPA che copre un periodo che va dal XV al XIX secolo, e di 5400 volumi di categoria LIBRO MODERNO. Grazie ad un importante ed accurata inventariazione del fondo antico si è scoperta la presenza di un incunabolo scritto da Natalibus Petrus dal titolo “Catalogus sanctorum e gestorum eorum” stampato il 12 dicembre 1493 in discreto stato di conservazione, insieme a cinquecentine e seicentine che fanno ipotizzare il riconoscimento di altre pubblicazioni di grande interesse documentario.

Inserita nel Sistema Bibliotecario Regionale (SBR), è possibile consultare il suo fondo moderno alla voce www.bibliotechecalabria.it , un catalogo on-line, delle biblioteche del Servizio Bibliotecario della Regione Calabria, un portale per diffondere la cultura della biblioteca pubblica, una modalità di cooperazione di rete molto utile, i cittadini possono usufruire di questo servizio per ricercare e richiedere in prestito alla biblioteca più vicina il libro cui si è interessati

 

 

 




Ph Roberta Cersosimo

 

 

 

 

 

 

 

Archivio Comunale

 

 

Via Scesa Porta Laino

 

Tel. 0981-81008/9

 

 

 

L’archivio comunale di recente organizzazione conserva tutti gli atti e i documenti che riguardano il paese.

 

 

Cineteatro Comunale

 

C.so Municipale

 

Tel. 339-7736622

 

 

E’ situato su Corso Municipale, dopo importanti lavori di ristrutturazione (1985 e 1999), attualmente la sala offre 139 posti a sedere divisi tra platea e galleria. Varia è la scelta di programmazione che spazia tra i vari generi. Ricercati film occupano importanti appuntamenti del Cinema d'Essai.

La sua storia, originariamente come sala teatrale, nasce nei lontani anni '30 ad opera di privati cittadini, ciò a significare l'importanza da sempre rivolta alla cultura da parte dei Mormannesi. Intorno agli anni '50 viene rilevato dall'Imprenditore Francesco D'Alessandro che lo curerà, anche grazie alla professionalità lavorativa del Sig. Enzino D'Alessandro, per tanti anni col nome di CINESTAR, fino a cederlo negli anni '80 al Comune di Mormanno che ne riaffiderà la gestione allo stesso Enzino D'Alessandro, e poi a seguire, a giovani altri gestori col nuovo nome: CINETEATRO COMUNALE.

Da tanti anni è il Sig. Carmine Pagliaro che continua in questo compito, curandone con dedizione la programmazione da offrire al pubblico, ampliando l'offerta anche all'utenza scolastica, per la quale organizza periodicamente speciali matinée, affinché anche un pubblico diverso da quello abituale possa assistervi. I temi trattati, si riferiscono di solito ad argomenti o a tematiche affrontate in classe.

 

  

 
Ph Roberta Cersosimo

 

 

 

Teatro San Giuseppe

 

Via Silvio Paternostro

 

Tel. 328-1360360 

 

Precedentemente Cinema San Giuseppe, si trova in Via Silvio Paternostro, nei locali sottostanti la Matrice Santa Maria del Colle. Don Luigi Accurso, parroco di Mormanno, negli anni '60 trasformò quello spazio, precedentemente utilizzato per le sepolture alla stregua delle vicine cripte della Chiesa di Santa Maria Del Colle, in un Cinema Parrocchiale. Erano gli anni in cui anche il Papato spingeva per creare luoghi di aggregazione più vicine ai principi cristiani che facessero da contrasto con la modernità. Non piacevano i film di ispirazione protestante o sovietici, ma nemmeno alcune provocazioni dell'avanguardia, ed essendoci il CINESTAR, l'offerta era moderna e variegata quindi si cercava di contrastarla. La sua attività proseguì fino ai primi anni '80. La sala divenuta poi non più fruibile, venne svuotata per la ristrutturazione post sisma.

Negli anni 1997/1998 la volontà del Parroco Mons. Giuseppe Oliva di trasformare quello spazio parrocchiale vuoto e in disuso da anni, in luogo dove si potessero svolgere attività culturali è stata forte, tanto da farla così diventare una bella realtà, grazie all'opera incessante di un'Associazione Culturale del paese, LA COMPAGNIA DEL CUCCO, che in economia, ha opportunamente allestito quello spazio facendolo diventare una fruibile sala teatrale attrezzata, con 93 posti a sedere.

Tanti sono stati gli eventi organizzati negli anni dalla stessa Compagnia, si sono ospitati anche grandi nomi dello spettacolo e della cultura, organizzato manifestazioni variegate, presentazioni di libri, corsi e laboratori teatrali, centri di lettura. Al suo interno si sono succedute diverse generazioni di attori mormannesi. Il Teatro San Giuseppe è stato fucina di nuovi talenti che si sono affacciati al mondo del Teatro facendone una professione.

 

Ph Paola Apollaro

 

         
Ph Tonino Cattolico

 

 

 

 

torna all'inizio del contenuto